Area interventi di supporto al reddito - P.R.R. Progetti Riabilitativi Risocializzanti - Ambito Basso Sebino

Ufficio competente: Ambito Basso Sebino
Responsabile: Nominativo: dott. ssa Francesca Bianchi
  Telefono: 035.927031
  Fax: 035.917676
  Email: francesca.bianchi@cmlaghi.bg.it
  PEC: cm.laghi_bergamaschi_1@pec.regione.lombardia.it
Termini di conclusione: termine previsto nel singolo progetto individualizzato
Normativa di riferimento: Legge nazionale 328/2000, che prevede competenze in materia di integrazione dei soggetti svantaggiati
Deliberazione di Giunta Esecutiva n. 22 del 19-2-2014 “ Approvazione linee guida percorsi riabilitativi socializzanti (PRS) rivolti a famiglie colpite dalla crisi anno 2014”
Mezzi e modalità di comunicazione esito finale: comunicazione scritta
Modalità di avvio: Istanza di parte
ISTRUTTORIA
Ufficio competente: Ambito Basso Sebino
Responsabile: Nominativo: dott. ssa Francesca Bianchi
  Telefono: 035.927031
  Fax: 035.917676
  Email: francesca.bianchi@cmlaghi.bg.it
  PEC: cm.laghi_bergamaschi_1@pec.regione.lombardia.it
ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO FINALE
Ufficio competente: Ambito Basso Sebino
Responsabile: Nominativo: dott. ssa Francesca Bianchi
  Telefono: 035.927031
  Fax: 035.917676
  Email: francesca.bianchi@cmlaghi.bg.it
  PEC: cm.laghi_bergamaschi_1@pec.regione.lombardia.it

FINALITA’:

Dare risposta ai bisogni emergenti di persone in stato di difficoltà economica e fragilità sociale, legate anche all’emergenza occupazionale e alle ricadute sui livelli di reddito familiare, con l'obiettivo di sostenere le difficoltà familiari temporanee.

La logica del fondo che si intende adottare con la sperimentazione del 2014 è stipulare patti educativi : “a fronte di sostegno al soggetto ed al suo nucleo familiare  (borse della spesa, pagamento utenze giustificate da seri motivi di urgenza, pagamento rette scuola materna,….) si chiederanno in cambio “aiuti concreti alla comunità accompagnati da corrispettivi economici motivazionali”.

Il documento “linee guida” illustra le modalità dell’utilizzo del fondo messo a disposizione che sarà erogato alle famiglie in condizione di fragilità economica e sociale.

Lo stesso indica i presupposti, le linee operative e le modalità con cui saranno progettati i percorsi riabilitativi socializzanti (PRS), consentendo l’erogazione di servizi omogenei nel’Ambito, tenuto conto delle specificità delle singole situazioni e nello stesso tempo l’adeguato utilizzo delle risorse economiche stanziate.

Si sottolinea che la misura dei PRS è oggetto di protocollo a livello provinciale tra le forze sociali del

DESTINATARI:

Possono beneficiare di tali aiuti persone residenti nei 11 Comuni dell’ambito territoriale deleganti la gestione associata dei servizi sociali del Basso Sebino individuati tra:

- lavoratori che a qualsiasi titolo hanno perso il posto di lavoro con esclusione dei casi di dimissione,   pensionamento e licenziamento per giusta causa;

- persone inoccupate;

- soci di cooperative assunti a tempi indeterminato/determinato che abbiano svolto un lavoro effettivo inferiore a 6 mesi in riferimento all’anno 2013 e senza accesso a qualsiasi ammortizzatore sociale;

- ISEE inferiore a 7.500 euro