Servizio di telesoccorso

Ufficio competente: Ambito Alto Sebino
Responsabile: Nominativo: dott.ssa Paola Sterni
  Telefono: 035.983896
  Fax: 035.962940
  Email: paola.sterni@cmlaghi.bg.it
  PEC: cm.laghi_bergamaschi_2@pec.regione.lombardia.it
Termini di conclusione: termine previsto nel singolo progetto individualizzato
Normativa di riferimento: o Legge 328/2000 "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali"
o Legge Regionale 12 marzo 2008 n. 3 e s.m.i. “Governo della rete degli interventi e dei servizi alla persona in ambito sociale e sociosanitario”
o Piano di Zona Ambito Alto Sebino 2015 – 2017
o Regolamento unico per l'accesso e la compartecipazione alle prestazioni sociali e socio-assistenziali agevolate
o Protocollo con associazione Croce Blu Gromo
Mezzi e modalità di comunicazione esito finale: o Comunicazione all’interessato, da parte Assistente Sociale e/o dell’educatore Professionale, dell’accoglimento/non accoglimento della richiesta di attivazione del servizio.
Modalità di avvio: Istanza di parte
ISTRUTTORIA
Ufficio competente: Ambito Alto Sebino
Responsabile: Nominativo: dott.ssa Paola Sterni
  Telefono: 035.983896
  Fax: 035.962940
  Email: paola.sterni@cmlaghi.bg.it
  PEC: cm.laghi_bergamaschi_2@pec.regione.lombardia.it
ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO FINALE
Ufficio competente: Ambito Alto Sebino
Responsabile: Nominativo: dott.ssa Paola Sterni
  Telefono: 035.983896
  Fax: 035.962940
  Email: paola.sterni@cmlaghi.bg.it
  PEC: cm.laghi_bergamaschi_2@pec.regione.lombardia.it

Il servizio di Telesoccorso, si colloca nel sistema di interventi e servizi a supporto e a tutela della domiciliarità di soggetti fragili; il servizio si rivolge prioritariamente a soggetti anziani, disabili, soggetti fragili affetti da patologie invalidanti, che vivono soli e sono privi di una rete familiare e/o sociale capace di garantire una funzione significativa di monitoraggio. Il telesoccorso si propone pertanto come un’offerta rivolta prioritariamente a tali soggetti che vivono in discreta autonomia ma, proprio a causa delle loro fragilità sanitarie e sociali, quotidianamente si trovano in condizione di potenziale rischio di caduta o di essere colpite da malessere e di non aver modo di contattare tempestivamente qualcuno che li aiuti.

Il SERVIZIO di TELESOCCORSO si colloca pertanto tra i servizi atti a tutelare i soggetti fragili a domicilio garantendo la possibilità di un intervento in situazioni di emergenza.

L’accesso al servizio presuppone:

  • la domanda da parte della persona interessata, direttamente o tramite un famigliare o altra persona che lo rappresenti, al servizio sociale del comune di residenza,
  • la produzione delle informazioni e della documentazione richiesta per la valutazione finalizzata all’accesso al servizio,
  • l’installazione dell’apparecchio di telesoccorso al domicilio della persona interessata
  • il pagamento della quota di compartecipazione prevista a carico del soggetto fruitore.